meeting art 855 | 27 gen
Pubblicato il: mar 13 Feb 2018
Print Friendly and PDF

Tre cose che farò nel 2018. Laura Barreca

Laura Barreca

Laura Barreca

Scopriamo i progetti per l’anno appena iniziato dei protagonisti del sistema dell’arte italiana: critici e storici dell’arte, direttori di museo, artisti, galleristi, collezionisti, operatori culturali

1. palermo. Questo anno sarà particolarmente impegnativo, perché Palermo si prepara a due importanti iniziative culturali: la Capitale della Cultura Italiana 2018 e la Biennale Manifesta12, che vedono anche il Museo Civico di Castelbuono impegnato in diverse iniziative: la mostra Same same but different, curata con Christiane Rekade, in collaborazione con KunstMeranArte, e un progetto con Olaf Nicolai e Luca Trevisani.

2. libano. A giugno ritornerò in Libano, per un progetto di cooperazione internazionale per la formazione sui beni culturali nei paesi del Mediterraneo, all’USEK-Holy Spirit University of Kaslik. Un’esperienza di lavoro che mi ha permesso di conoscere un paese mediorientale con una straordinaria cultura e una storia millenaria.

3. casa nuova. Traslocherò in una casa bellissima progettata dal mio compagno. Un trasloco è sempre un momento caotico e potenzialmente devastante (!) quindi in estate mi riposerò cercando paguri sugli scogli di Favignana, con mio figlio ovviamente…


Laura Barreca è Direttore del Museo Civico di Castelbuono e Professore di Storia dell’Arte all’Accademia di Belle Arti di Bari. Dal 2011 insegna Fenomenologia dei Media e Storia e Teoria dei New Media all’Accademia di Belle Arti di Palermo, dove vive.

http://www.museocivico.eu/

4.4 (88.57%) 7 votes

Autore

- Giornalista, scrittore, critico e curatore di mostre. È nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, da 25 anni lavora per riviste d’arte prima come redattore de Il Giornale dell’Arte, poi come caporedattore delle testate Exibart, poi Artribune, attualmente ArtsLife. Ha curato il volume “Rigando dritto”, raccolta di scritti dell’artista Piero Dorazio, pubblicato nell’aprile 2005 dall’editore Silvia Editrice di Milano. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra “Artsiders”, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Nel 2018 ha curato la mostra “De Prospectiva Pingendi. Nuovi scenari nella pittura italiana”, nelle due sedi di Palazzo del Popolo e Palazzo del Vignola, a Todi, e la mostra “Beverly Pepper tra Todi e il mondo” nel Palazzo del Popolo di Todi. Nel 2019 ha pubblicato il libro “Margherita Sarfatti. Più”, presso Manfredi Edizioni.


Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Andrey Esionov
Artcurial | 28 feb
Cambi Casa d'Aste
PANDOLFINI | 26 FEBBRAIO
WANNENES | ISTITUZ
Il Ponte | 22 mar