Meeting Art
Pubblicato il: mar 12 set 2017
Stampa/PDF/Email

Il Faraone Amenofi II in mostra al MUDEC di Milano

Apre il 13 settembre  al MUDEC di Milano la mostra Egitto La straordinaria scoperta del Faraone Amenofi II. Per lo spettatore sarà un’immersione nel mondo dell’Antico Egitto e in particolare nella vita del faraone Amenofi II.

img_7732

Un’esposizione per rappresentare l’antica civiltà del Nilo all’epoca del II millennio a.C, la vita quotidiana delle classi sociali più vicine alla corte di Amenofi II. Statue, stele, armi, oggetti della vita quotidiana, corredi funerari e mummie che racconteranno la storia del sovrano Amenofi e della sua epoca; reperti provenienti dai più importanti musei egizi del mondo: Museo Egizio del Cairo al Rijksmuseum van Oudheden di Leida, dal Kunsthistorisches Museum di Vienna al Museo Archeologico Nazionale di Firenze, Museo del Castello Sforzesco e da famose collezioni private.
Sono esposti anche rari documenti di scavo del 1898 risalenti alla scoperta della tomba del faraone nella Valle dei Re, da parte dell’archeologo Victor Loret, di proprietà dell’Università degli Studi di Milano, conservati negli Archivi di Egittologia, tra i più ricchi al mondo, documenti mai esposti prima al grande pubblico e sconosciuti fino a una quindicina di anni fa. Inoltre è stata ricreata in scala 1:1 la sala pilastri della tomba del faraone .

img_7729

Amenofi II, vissuto tra il 1427 e il 1401 a.C. durante la XVIII dinastia (1550 – 1295 a.C.), figlio del celebre Thutmosi III e sovrano di una corte sfarzosa, eroico protagonista di un’epoca storica straordinariamente ricca, anche se poco noto al pubblico.

Un’esperienza immersiva che accompagnerà il pubblico attraverso un focus sulle credenze funerarie e la mummificazione e nella camera funeraria per ammirare i tesori che accompagnavano il faraone nel suo viaggio verso l’Aldilà. Non mancano gli apparati multimediali e scenografici per evocare con immediatezza una realtà lontana nel tempo e nello spazio. all’esposizione un taglio unico, nel segno distintivo delle mostre all’Antico Egitto che, ancora oggi, riserva eccezionali scoperte e suscita interesse e curiosità da parte di tutti.

img_7720

L’archeologo Victor Loret fu uno dei più famosi egittologi del mondo, portò alla luce non solo la mummia del faraone, ma anche quelle di alcuni celebri sovrani del Nuovo Regno, che erano state nascoste all’interno di una delle quattro stanze annesse alla camera funeraria, con lo scopo di sottrarle alle offese dei profanatori di tombe. Tra gli altri corpi ritrovati da Loret nella tomba, anche quelli della madre e della nonna di Tutankhamon. Nel gennaio del 2002 l’Università degli Studi di Milano acquistò gran parte degli archivi di Victor Loret oggi conservati negli Archivi di Egittologia. La documentazione relativa alla scoperta delle sepolture di Thutmosi III, di Amenhotep II e di altre tombe sono relative a consistenti parti dei diari di scavo con piante, sezioni, foto e schizzi dei reperti rinvenuti.

img_7717

MUDEC-Museo delle Culture di Milano
Fino al 7 gennaio 2018
Via Tortona 56
www.mudec.it

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Immagine CAPTCHA
*

Eventi sponsorizzati

Vuoi inserire i tuoi eventi d'arte? Con 50 euro l'anno puoi farlo liberamente! Clicca qui e registrati ora come gestore eventi ArtsLife.

Pubblicità

Pubblicità

biennale milano
Il Ponte
Bertolami Fine Arts
Maison Bibelot
Pandolfini
Eberhard
Aste Boetto
Wannenes
Artcurial