meeting art 855 | 27 gen
Pubblicato il: ven 05 Mag 2017
Print Friendly and PDF

Fiamma Breschi, la signora della Formula 1. Memorabilia Ferrari in asta da Maison Bibelot

62

Fotografia ricordo con dedica autografa di L. Musso a F. Breschi, cm. 22,5×18

La casa d’aste fiorentina Maison Bibelot ha in programma per fine maggio la vendita 132 divisa in quattro sessioni che saranno esitate in due giornate: il 29 maggio quelle dedicate ai memorabilia del mondo Ferrari e ai Gioielli, il giorno seguente sarà il turno degli arredi e dipinti e antichi  e dell’arte moderna e contemporanea.

L’asta dedicata al mondo Ferrari propone un inedito epistolario tra  Enzo Ferrari e Fiamma Breschi (1958-1966), i Ricordi privati del mondo Ferrari di Fiamma Breschi, nota come la signora della Formula 1 e gli arredi, i dipinti e una selezione dal guardaroba de “l’Amica delle macchine e delle nuvole”.

Fotografie in bianco e nero e a colori (prevalentemente ristampe successive) in vari formati. Notati L. Musso, F. Breschi, E. Ferrari, C. Regazzoni, E. Castellotti e vetture Maserati e Ferrari. Anni 1950-1990 In questa Fiamma Breschi ed Enzo Ferrari

Fotografie in bianco e nero e a colori (prevalentemente ristampe successive) in vari formati. Notati L. Musso, F. Breschi, E. Ferrari, C. Regazzoni, E. Castellotti e vetture Maserati e Ferrari. Anni 1950-1990
In questa Fiamma Breschi ed Enzo Ferrari

Fiamma Breschi è una delle figure femminili più affascinanti della Formula 1.  E’ stata la compagna del pilota Luigi Musso, confidente, amica e consigliera di Enzo Ferrari. Nata a Firenze nel 1934, da sempre appassionata di automobili (a quattrodici anni sapeva già guidare), conosce giovanissima Luigi Musso, il grande amore della sua vita tragicamente scomparso nel 1958 sul circuito di Reims. E’ solo dopo la sua morte che inizia la sua amicizia con Enzo Ferrari e Fiamma diviene ‘la donna del paddock’: inviata speciale a Montecarlo, consulente per la scelta dei piloti, collaudatrice femminile “in scarponcini di gomma, calze di filanca e pelliccia sportiva” per le auto di serie, consigliava linee e colori contribuendo alla creazione dello stile di Casa Maranello.

Lettera “Amica delle macchine e delle nuvole” del 25/05/1960

Lettera “Amica delle macchine e delle nuvole” del 25/05/1960

Lettera “Amica delle macchine e delle nuvole” del 25/05/1960

Lettera “Amica delle macchine e delle nuvole” del 25/05/1960

La prima lettera con il Drake risale al settembre 1958, poco tempo dopo la morte di Luigi Musso. Il tono formale, poche frasi ma non di circostanza che già preannunciano la nascita di un sodalizioche segnerà in modo indelebile la vita di Fiamma e quella di Ferrari che più volte le chiese di sposarlo.

“Ferrari mi ha scritto per anni. Conservo ancora le decine e decine di lettere che mi ha spedito. Fogli di carta coperti da un inchiostro viola che usava perché credeva fosse ‘simpatico’, che sarebbe cioè svanito con il tempo. Non è stato così. A distanza di anni il Drake mi parla ancora attraverso le sue lettere” scrive Fiamma nel suo libro Il mio Ferrari, pubblicato nel 1998.

Fotografie in bianco e nero e a colori in vari formati con F. Breschi, E. Ferrari e altri In questa Fiamma Breschi ed Enzo Ferrari

Fotografie in bianco e nero e a colori in vari formati con F. Breschi, E. Ferrari e altri
In questa Fiamma Breschi ed Enzo Ferrari

In asta, oltre ai ricordi di Maranello, alle lettere di Luigi Musso, alle preziose medaglie del pilota scomparso, a fotografie, libri, ricordi e curiosità del mondo delle corse anche gli arredi della casa fiorentina di Fiamma Breschi ed una selezione dal suo guardaroba.

Dal suo guardaroba, con abiti e accessori Chanel, Ferrè, Cavalli, Krizia e Armani, anche una ‘chicca’ per i collezionisti del Cavallino: un set di valigie con beauty-case create da lei stessa nel tessuto monogram Ferrari. “Prima di Vuitton inventai nel ’66, un set di valigie per la Ferrari 275, di tela stampata” raccontò alcuni anni fa in un’intervista.

Valigia rigida in tela monogram Ferrari, Anni Ottanta, cinghie e dettagli 120,00 in pelle marrone, difetti cm 45x65x18

Valigia rigida in tela monogram Ferrari, Anni Ottanta, cinghie e dettagli 120,00
in pelle marrone, difetti
cm 45x65x18

Borsa da viaggio in tela monogram Ferrari, Anni Ottanta, dettagli in pelle 100,00 marrone, cifre F.B. sul fronte, difetti Nell'intervista "La donna che creò anima e stile del cavallino" di Titti Giuliani Foti, apparsa su "La Nazione" del 29 giugno 2009, Fiamma Breschi dichiara: «Prima di Vuitton inventai nel ’66, un set di valigie per la Ferrari 275, di tela stampata» cm 33x43x18

Borsa da viaggio in tela monogram Ferrari, Anni Ottanta, dettagli in pelle 100,00
marrone, cifre F.B. sul fronte, difetti
Nell’intervista “La donna che creò anima e stile del cavallino” di Titti
Giuliani Foti, apparsa su “La Nazione” del 29 giugno 2009, Fiamma Breschi
dichiara: «Prima di Vuitton inventai nel ’66, un set di valigie per la Ferrari
275, di tela stampata»
cm 33x43x18

Donna colta e poliedrica, anticipatrice di mode e tendenze, la sua casa rifletteva la sua personalità in un equilibrato mix tra antico e moderno, tra tradizione ed innovazione. Arredi classici del Seicento esaltati da tocchi di design come l’iconica lampada “Arco” di Castiglioni, antiche tele alternate a dipinti contemporanei tra cui una Natura morta di Ottone Rosai. Un’asta di oltre 300 lotti che farà scoprire il mondo della “bella signora che si vede ogni anno a Montecarlo” e rivivere gli anni ruggenti del Cavallino.

Alcune immagini dei lotti in asta:

Coppa creata da Ferrari in omaggio alla madre di Fiamma Breschi, a tal proposito citiamo un’intervista della Breschi: nell’articolo "La donna che creò anima e stile del cavallino" di Titti Giuliani Foti, apparso su "La Nazione" del 29 giugno 2009, Fiamma Breschi dichiara: «…Ma a Firenze veniva a mangiare a casa mia. Nel 1976 fece coniare una coppa a mia madre con il cavallino rampante con scritto: “A Clorinda, la cuoca più brava del mondo”».

Coppa creata da Ferrari in omaggio alla madre di Fiamma Breschi, a tal proposito citiamo un’intervista della Breschi:
nell’articolo “La donna che creò anima e stile del cavallino” di Titti Giuliani Foti, apparso su “La Nazione” del 29 giugno 2009, Fiamma Breschi dichiara: «…Ma a Firenze veniva a mangiare a casa mia. Nel 1976 fece coniare una coppa a mia madre con il cavallino rampante con scritto: “A Clorinda, la cuoca più brava del mondo”».

Parte di lettera del 22/05/1959 sul salvataggio da parte di Ferrari di una Signora e di suo figlio dai tedeschi durante la Guerra

Parte di lettera del 22/05/1959 sul salvataggio da parte di Ferrari di una Signora e di suo figlio dai tedeschi durante la Guerra

Lettera su 400 S.A – del 14/01/1960

Lettera su 400 S.A – del 14/01/1960

Lettera autografa di S. Scaglietti che dichiara che fu F. Breschi a scegliere il “giallo fly” come colore per le automobili Ferrari

Lettera autografa di S. Scaglietti che dichiara che fu F. Breschi a scegliere il “giallo fly” come colore per le automobili Ferrari

 

Lettera manoscritta di J. M. Fangio a F. Breschi, 1959, con busta

Lettera manoscritta di J. M. Fangio a F. Breschi, 1959, con busta

 

Fotografia in bianco e nero di E. Ferrari con dedica autografa “discutere per promuovere per realizzare per non morire STB e tutto il resto, Ferrari”, cm. 18x13

Fotografia in bianco e nero di E. Ferrari con dedica autografa “discutere per promuovere per realizzare per non morire STB e tutto il resto, Ferrari”, cm. 18×13

Due albums di fotografie originali a colori con E. Ferrari, P. Lardi Ferrari, M. Forghieri, N. Lauda, G. Villeneuve e le Ferrari 312 P, 1974. Cm. 9x9

Due albums di fotografie originali a colori con E. Ferrari, P. Lardi Ferrari, M. Forghieri, N. Lauda, G. Villeneuve e le Ferrari 312 P, 1974. Cm. 9×9

Due albums di fotografie originali a colori con E. Ferrari, P. Lardi Ferrari, M. Forghieri, N. Lauda, G. Villeneuve e le Ferrari 312 P, 1974. Cm. 9x9

Due albums di fotografie originali a colori con E. Ferrari, P. Lardi Ferrari, M. Forghieri, N. Lauda, G. Villeneuve e le Ferrari 312 P, 1974. Cm. 9×9

 

Libro di casa 1956 donato da L. Musso a F. Breschi con dedica autografa “Al mio tesoro come anticipo……sulla casa vera che avrà in questo nuovo anno” + i contratti del telefono, del gas, della luce, ecc. intestati a L. Musso

Libro di casa 1956 donato da L. Musso a F. Breschi con dedica autografa “Al mio tesoro come anticipo……sulla casa vera che avrà in questo nuovo anno” + i contratti del telefono, del gas, della luce, ecc. intestati a L. Musso

Pannello in pelle (staccato da una borsa) con autografi. Notati R. Caracciola, G. Munaron, P. Hill, M. Trintignan, L. Musso, P. Taruffi, L. Scarfiotti, P. Collins, W. Von Trips, G. Gerini, J. M. Fangio, J. Behra, S. Mantovani, M. Hawthorn L. MUSSO                                                                                                                                  Leather panel (from a bag) with autographes. Noticed R. Caracciola, G. Munaron, P. Hill, M. Trintignan, L. Musso, P. Taruffi, L. Scarfiotti, P. Collins, W. Von Trips, G. Gerini, J. M. Fangio, J. Behra, S. Mantovani, M. Hawthorn

Pannello in pelle (staccato da una borsa) con autografi. Notati R. Caracciola, G. Munaron, P. Hill, M. Trintignan, L. Musso, P. Taruffi, L. Scarfiotti, P. Collins, W. Von Trips, G. Gerini, J. M. Fangio, J. Behra, S. Mantovani, M. Hawthorn
L. MUSSO
Leather panel (from a bag) with autographes. Noticed R. Caracciola, G. Munaron, P. Hill, M. Trintignan, L. Musso, P. Taruffi, L. Scarfiotti, P. Collins, W. Von Trips, G. Gerini, J. M. Fangio, J. Behra, S. Mantovani, M. Hawthorn

Fotografia di L. Musso su Maserati A6GCS alle 12 ore di Pescara 1953 con dedica autografa a F. Breschi “ Ma!.....Chissà!.....Però!.....Ti a……Luigi”, cm. 18x12

Fotografia di L. Musso su Maserati A6GCS alle 12 ore di Pescara 1953 con dedica autografa a F. Breschi “ Ma!…..Chissà!…..Però!…..Ti a……Luigi”, cm. 18×12

Fotografia di L. Musso alla 1000 Miglia 1953 su Maserati A6GCS con dedica autografa a F. Breschi “A Fiamma Luigi”, cm. 15x10,5. Buchi da graffetta

Fotografia di L. Musso alla 1000 Miglia 1953 su Maserati A6GCS con dedica autografa a F. Breschi “A Fiamma Luigi”, cm. 15×10,5. Buchi da graffetta

Tre lettere inviate a L. Musso: dall’A.C. Roma per un corso di pilotaggio sportivo, dalla RAI in risposta alla sua richiesta di partecipazione al programma “Lascia o Raddoppia”  e dalla Shell riguardante la sospensione delle riprese di un filmato televisivo sulle corse a causa della morte di Castellotti. Con buste.

Tre lettere inviate a L. Musso: dall’A.C. Roma per un corso di pilotaggio sportivo, dalla RAI in risposta alla sua richiesta di partecipazione al programma “Lascia o Raddoppia” e dalla Shell riguardante la sospensione delle riprese di un filmato televisivo sulle corse a causa della morte di Castellotti. Con buste.

Pendente di Luigi Musso con medaglia in oro giallo e smalti dell’A.C. Roma con inciso “LUIGI MUSSO CAMPIONE ITALIANO 1955 CATEGORIA SPORT OLTRE 2000”, g. 12,80

Pendente di Luigi Musso con medaglia in oro giallo e smalti dell’A.C. Roma con inciso “LUIGI MUSSO CAMPIONE ITALIANO 1955 CATEGORIA SPORT OLTRE 2000”, g. 12,80

Pendente di Luigi Musso con medaglia in oro giallo e smalti dell’A.C. Roma con inciso “LUIGI MUSSO CAMPIONE ITALIANO 1955 CATEGORIA SPORT OLTRE 2000”, g. 12,80

Pendente di Luigi Musso con medaglia in oro giallo e smalti dell’A.C. Roma con inciso “LUIGI MUSSO CAMPIONE ITALIANO 1955 CATEGORIA SPORT OLTRE 2000”, g. 12,80

Spilla di Luigi Musso con medaglia in oro giallo conferita al pilota per il 2° posto assoluto nella TARGA FLORIO 1954 su Maserati A6GCS, g. 60

Spilla di Luigi Musso con medaglia in oro giallo conferita al pilota per il 2° posto assoluto nella TARGA FLORIO 1954 su Maserati A6GCS, g. 60

 

Enzo Ferrari. Lettere a Fiamma Breschi (1958-1966)
Un inedito epistolario tra il “Prode Anselmo” e “l’Amica delle macchine e delle nuvole”
Fiamma Breschi. La signora della Formula 1
Ricordi privati del mondo Ferrari
Fiamma Breschi. La sua casa ed il suo stile
Arredi, dipinti ed una selezione dal suo guardaroba

Asta: 29 maggio, ore 10
Firenze – Hotel The St. Regis Florence – Piazza Ognissanti, 1
Esposizione: dal 25 al 28 maggio, 10-13 e 15-19
Maison Bibelot – Firenze – Corso Italia, 6
per informazioni: segreteria@maisonbibelot.com- tel. 055 295089 – fax. 055 295139
www.maisonbibelot.com

Valuta

Autore

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Bertolami | 27 gen
Bertolami Fine Arts
Artcurial
Cambi Casa d'Aste
Brafa | 26 gen
WANNENES | ISTITUZ
Il Ponte | 22 gen
Modenantiquaria
Andrey Esionov