Meeting Art
Pubblicato il: mer 19 apr 2017
Stampa/PDF/Email

Christie’s Londra, annullata l’asta d’arte contemporanea di giugno 2017

Annullata l’asta di Post War & Contemporary Art di Christie’s Londra, in programma per giugno 2017.

È una scelta che avrà certamente ripercussioni sull’andamento del mercato dell’arte contemporanea in questo secondo semestre del 2017.

La decisione, maturata negli scorsi mesi e resa nota dall’ufficio stampa di Christie’s a fine marzo, sembra essere definitiva. Nessun cambio di rotta. La sessione d’aste dedicata alla Post War & Contemporary Art, che avrebbe dovuto svolgersi a Londra nel mese di giugno 2017, è cancellata.

Christie's

Non si tratta di una soluzione semplice, ma, come affermato all’interno del comunicato emesso dalla casa d’aste, è stata resa necessaria da un calendario fitto di eventi per gli amanti (e compratori) di opere d’arte contemporanea.

Il mese di giugno infatti vedrà l’inaugurazione della Biennale di Venezia, la sovrapposizione degli eventi di Documenta 14, ora divisa tra Atene e Kassel, e ovviamente il rinnovato appuntamento con Art Basel. Una serie di eventi-distrazioni che potevano mettere a rischio il risultato delle aste londinese e che allontanano anche geograficamente i maggiori offerenti dalla città e dalle sale di Christie’s Londra.

Certo è che tali misure vengono adottate a seguito di altri interventi importanti nella gestione del marchio, come la riduzione del personale per la sales room di South Kensington, sempre a Londra, che con le sue vendite si avvicinava alle sessanta aste l’anno, o come le riduzioni delle sessioni che hanno sede ad Amsterdam e Dubai.

Si potrebbe perciò ipotizzare che un pur così impegnativo e dispersivo mese di giugno, sia stato in realtà visto come una buona occasione per ridimensionare nuovamente l’assetto delle sales all’interno di Christie’s, da dicembre guidata da un nuovo amministratore delegato, Guillaume Cerruti, e introdurre un calendario di aste più flessibile, adeguato alle esigenze di casa d’asta e collezionisti.

Christie's Londra

Christie’s Londra

Questo nuovo approccio intende modellarsi sul mercato di New York e consegnare anche a Christie’s Londra due stagioni per le aste di Post-War and Contemporary Art, che si andranno a tenere in marzo e ottobre. Proprio il prossimo 6 ottobre avrà dunque luogo la prima asta d’arte contemporanea nel Regno Unito dopo la cancellazione, in contemporanea con uno degli appuntamenti più redditizi per la capitale londinese e per la stessa casa d’aste: la quindicesima edizione di Frieze London.

Frieze Art Fair Christie's London

Frieze Art Fair London

La sessione sarà quindi estesa e aspira a richiamare più palette possibili all’interno delle proprie sale, sperando così di recuperare parte degli introiti di giugno. Una possibilità più che concreta visto l’ottimo risultato ottenuto lo scorso anno, quando i risultati delle aste tenutesi durante la Frieze Week 2016 hanno superato di 15 milioni di sterline le già rosee stime previste (con un totale di £91.1 milioni).

Invariate le aste impressioniste di Christie’s in programma per giugno e lo stesso di può dire di Sotheby’s, che afferma di voler mantenere integro il proprio calendario di aste d’arte contemporaneo, sfidando ancora una volta la rivale di sempre. Solo il prossimo semestre ci saprà dire chi oggi ha mosso correttamente i pezzi per lo scacco.

Autore

- Nato a Milano, classe 1993. Ha conseguito la laurea triennale in Economia e Gestione dei Beni Culturali e dello Spettacolo. Laureando magistrale nel medesimo indirizzo


Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Immagine CAPTCHA
*

Eventi sponsorizzati

Vuoi inserire i tuoi eventi d'arte? Con 50 euro l'anno puoi farlo liberamente! Clicca qui e registrati ora come gestore eventi ArtsLife.

Pubblicità

Pubblicità

Il Ponte
Eberhard