Meeting Art
Pubblicato il: sab 08 apr 2017
Stampa/PDF/Email

Woody Allen Vintage: un viaggio nel passato con la magia del cinema

woody allen vintageWoody Allen Vintage: dal 14 al 29 aprile a Milano presso il MIC – Museo Interattivo del cinema una rassegna presentata da Fondazione Cineteca Italiana.

Non potendo vivere nel suo adorato periodo Vintage degli anni ’20-‘50, Woody Allen usa la magia del cinema per viaggiare nel tempo e avere l’illusione di poterci passare almeno due ore. Una rassegna in 10 film per fare un tuffo nel passato e rivivere com Woody Allen la palpitante atmosfera di quegli anni, grazie ai più bei capolavori del regista americano: da Zelig (1983) all’ultimo Cafè Society (2016).WOODY ALLEN VINTAGEQuesto magico viaggio nel tempo attraverso il cinema si apre venerdì 14 aprile con uno dei film più belli e sottovalutati di Woody Allen: La rosa purpurea del Cairo (1985), romantica, delicata e ironica storia d’amore fra Cecilia (Mia Farrow), assidua spettatrice di un solo film, e Tom (Jeff Daniels), protagonista annoiato dello stesso film. Una storia romantica e trasognata sul potere dell’immaginazione, del cinema e della passione.

Il programma prosegue con Broadway Danny Rose (1984), presentato fuori concorso al 37º Festival di Cannes; Radio Days (1987), primo e unico film che vede recitare insieme le due compagne storiche di Allen, Mia Farrow e Diane Keaton; Zelig (1983), straordinario mockumentary che segue le vicende del “trasformista” Leonard Zelig. WOODY ALLEN VINTAGEIn calendario anche lavoro i lavori più recenti, dall’ultimissimo Cafè Society (2016), unico film della carriera del regista girato, per la prima volta, interamente in digitale, a Midnight in Paris (2011), che si è guadagnato 4 Nomination ai premi Oscar 2012 e che ha vinto il premio per la Migliore sceneggiatura originale, e  Magic in the Moonlight (2014), che ha come protagonisti Emma Stone e Colin Firth: un’irresistibile commedia romantica dai toni leggeri sullo sfondo di vivacissima Costa Azzurra.WOODY ALLEN VINTAGEImmancabili ovviamente i grandi classici: Pallottole su Broadway (1994), che fu presentato alla Mostra del Cinema di Venezia; Ombre e Nebbia (1991), pellicola che ha visto la partecipazione in due piccoli ruoli anche di Madonna e Jodie Foster; infine il viaggio “alleniano” si chiude sabato 29 aprile con Accordi e Disaccordi (1999), ispirato alla vita di Emmet Ray, considerato “il numero due assoluto”, superato solo da Django Reinhardt con un giovanissimo Sean Penn, Samantha Morton e Uma Thurman.

Tutte le informazioni sulle proiezioni sul suto ufficiale della cineteca: cinetecamilano.it

Autore

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Immagine CAPTCHA
*

Eventi sponsorizzati

Vuoi inserire i tuoi eventi d'arte? Con 50 euro l'anno puoi farlo liberamente! Clicca qui e registrati ora come gestore eventi ArtsLife.

Pubblicità

Pubblicità

Wannenes
Pandolfini
IL PONTE Ottobre 2017 Moderni
TAJAN October 2017 Orient
Cambi Casa d'Aste
Artcurial
Bertolami Fine Arts
Aste Boetto
Eberhard
Babuino
Il Ponte