Meeting Art
Pubblicato il: lun 20 mar 2017
Stampa/PDF/Email

Idiota. I rischi di esserlo, compresa una gran noia

idiotah

Idiota, in scena al Teatro India di Roma dal 16 al 19 marzo

Una musica da discoteca di provincia e uno schermo da cui, a ritmo della stessa, si compone un logo misterioso: comincia così Idiota, un testo del drammaturgo spagnolo Jordi Casanovas portato in scena al Teatro India da Roberto Rustioni, che ne è anche protagonista.

Lo spettacolo vuole indagare il nostro tempo: un’epoca scandita da crisi economiche ma anche personali, dove per sopravvivere si è ormai disposti a qualunque cosa. Come l’esperimento di tipo psicologico a cui un ciarliero e vanaglorioso piccolo imprenditore (Roberto Rustioni) decide di sottoporsi per denaro, seguito e incalzato da una inflessibile neuro scienziata di origini tedesche (Giulia Trippetta). La cifra offerta per fare da cavia è davvero troppo alta e lasciarsi scappare un’occasione simile sarebbe da sciocchi, specie considerando i tanti debiti di gioco accumulati in segreto. Ma in pochissimo tempo l’uomo si renderà conto che c’è poco da scherzare e moltissimo da perdere: i quesiti non sono solo un test ma un vero proprio attentato agli affetti più cari. La cui vita può dipendere dalla risposta data, in un crescendo perverso di realtà emotiva e inganno multimediale.

Idiota ha l’ambizione di essere una specie di dramma distopico che, attraverso atmosfere contemporanee da dark comedy e dialoghi serratissimi, denunci i rischi dell’attuale società: l’oggetto della sua indagine è un uomo tutto sommato insignificante che, però, spinto al limite dell’umana sopportazione è in grado di scoprire dentro di sé valori positivi insospettabili.

Risorse che, però, scampato il pericolo, sono pronte a ritornare in quell’angolo buio dove, in tempi come questi, è più comodo stiano. Purtroppo però il testo, tutto sommato banale, non riesce a sostenere la trama di una vicenda che vorrebbe essere verosimilmente inquietante ma finisce per essere inverosimilmente mediocre: allo spettatore non resta che tentare – con grande sforzo – di credere a ciò che avviene sul palco e fare, almeno lui, la sua parte.

Idiota
16- 19 marzo 2017
di Jordi Casanovas
traduzione Francesca Clari in collaborazione con Francesco Fava
regia Roberto Rustioni

con Roberto Rustioni e Giulia Trippetta
aiuto regia Francesco Piotti
scene & costumi Francesco Esposito
contributi Video Pablo Solari
ideazione Video Igor Renzetti
disegno Luci Gianluca Cappelletti
Foto di Olimpia Nigris Cosattini

Teatro India
Lungotevere Vittorio Gassman (già lungotevere dei Papareschi)
00146 – Roma
Tel. 06 87752210
www.teatrodiroma.net

Autore

- Laureato con lode in Filosofia delle Religioni ha frequentato un master in Scrittura Creativa e Pubblicitaria presso lo IED Istituto Europeo di Design. Copywriter freelence e con la passione per l'Arte Greca e Romana, il cinema in bianco e nero, il teatro e i concerti vive tra Messina, Roma e New York senza soluzione di continuità. Però continua a scrivere, qui e altrove.


Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Immagine CAPTCHA
*

Vuoi inserire i tuoi eventi d'arte? Con 50 euro l'anno puoi farlo liberamente! Clicca qui e registrati ora come gestore eventi ArtsLife.

Pubblicità

Pubblicità

Cambi Casa d'Aste
Bertolami Fine Arts
Maison Bibelot
PRO BIENNALE SPOLETO ARTE
VINCENZO AGNETTI osart
Il Ponte
Wannenes
Finarte