Meeting Art
Pubblicato il: gio 16 mar 2017
Stampa/PDF/Email

Le costruzioni glaciali di Martino Genchi in mostra a Venezia

Venezia. La Galleria MichelaRizzo ospita la mostra Martino Genchi. Bite Into The Ice Shelf. Fino al 30 aprile 2017 presenta le costruzioni simboliche della vita sotto il ghiaccio dell’artista milanese.

Ice Shelf è la piattaforma di ghiaccio galleggiante che si forma in prossimità della costa quando un ghiacciaio scivola fin sulla superficie dell’oceano. L’artista Martino Genchi affonda i denti –bite– in questa barriera bianca e pura, contenitore di luce. Apre un varco oltre questa barriera per scoprire cosa c’è sotto a quel limite glaciale. Ciò che trova è ciò si conserva nascosta: la vita, simile e aliena al tempo stesso. Là sotto vive l’unheimlich, il perturbante per definizione il familiare estraneo che ci colpisce.

Martino Genchi, Pietra Matrice mostra Venezia Galleria Michela Rizzo

Martino Genchi, Pietra Matrice

Leggere il tempo che si è depositato, ghiacciandosi strato dopo strato. Penetrare nella complessità di questo paesaggio con Drawings, disegni geometrici eseguiti dall’artista spingendo al limite la capacità di calcolo del suo computer attraverso la moltiplicazione esponenziale del numero di linee. Le opere di Martino Genchi sono l’emblema di una relazione tra identità e alterità definite nel loro dialogo. La relazione tra simile e dissimile sfuma nell’alterità contenuta nelle Pietre Matrici: la materia amorfa, precedente a ogni divisione.

L’artista trae ispirazione da un mondo al tempo stesso spettrale e magnifico, quello glaciale. Le creature dei ghiacci vengono proiettate in un ambiente dove la vista non è più ostruita, restituendole trasfigurate dal suo sguardo. Sono i Linger, fari di automobile che attraversano lo spazio solidificandolo nella forma di sculture in gesso sintetico. Il significato sta nell’uso che l’artista ne fa, in quanto “tracce” che si dipartono per propagarsi nello spazio-tempo secondo corsi imprevedibili.

Martino Genchi, Linger mostra Venezia Galleria Michela Rizzo

Martino Genchi, Linger

Ogni “traccia” di Martino Genchi morde. Essa è un’esortazione a farsi osservatori per poter fare la differenza, affondando i denti per aprire un varco e vedere (oltre) la traccia materica. Una mostra che riflette il legame dell’uomo con l’ambiente che lo circonda. Un rapporto che si esplica nelle azioni sublimi del fare e dell’osservare.

Informazioni utili

Martino Genchi. Bite Into The Ice Shelf

Galleria MichelaRizzo
Fino al 30 aprile 2017

Giudecca 800 Q, 30133, Venezia
www.galleriamichelarizzo.net

Autore

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Immagine CAPTCHA
*

Eventi sponsorizzati

Vuoi inserire i tuoi eventi d'arte? Con 50 euro l'anno puoi farlo liberamente! Clicca qui e registrati ora come gestore eventi ArtsLife.

Pubblicità

Pubblicità

Aste Boette
Wannenes
Finarte
Bertolami
Il Ponte
Cambi Casa d'Aste
PRO BIENNALE SPOLETO ARTE