Meeting Art
Pubblicato il: mer 11 gen 2017
Stampa/PDF/Email

Le prospettive fotografiche di Mario Washington a Milano

La mostra Prospettive fotografiche curata da Giovanni Pelloso, che inaugura a Milano il 17 gennaio 2017, offre una lettura della ricerca degli ultimi anni del giovane fotografo milanese Mario Washington attraverso quindici opere di medio e grande formato.

invito-web-mediolanum

Il percorso espositivo alterna punti di vista diversi; agli occhi del visitatore appare una costellazione di mondi e di rappresentazioni sommate a una varietà di tecniche innovative di riproduzione – ne è un esempio l’uso della stampa diretta a getto d’inchiostro ultravioletto su resina.

Partendo dalla propria esperienza visiva, Mario Washington propone una libera esecuzione il cui ritmo compositivo intervalla linee, volumi, forme, colori. Al lettore è consegnata una realtà altra, spesso estranea al quotidiano, essenziale. Nuove figurazioni si sommano in una produzione estetica, mai decorativa, che abbraccia l’autonomia espressiva e il rimando a nuovi significati. In alcuni lavori astratti, abbandonato ogni riferimento, ogni imitazione della realtà, la fotografia vive, in questo isolamento dal contesto, di inattese impressioni e improvvisazioni nate dall’intimo. A essere colta è una presenza sorta, primariamente, dall’intuizione e dall’incontro con elementi semplici e con le tante espressioni dell’abitare umano.

 

Mario Washington
Nasce nel 1987 a Milano, dove vive e lavora. Contemporaneamente agli studi di Giurisprudenza, dal 2006 si dedica alla fotografia. Nel 2008 affronta uno stage presso la Bruce Silverstein Gallery di New York in cui matura la sua prima esperienza nella cura del soggetto fotografico e nel campo della stampa. Nel 2009 le sue opere sono scelte per la mostra collettiva presso la Click Gallery (Milano).
Si dedica in questo periodo a coltivare diversi generi espressivi, dal paesaggio al ritratto, alla ricerca artistica. Ha partecipato alla quarta edizione del Premio Arte Laguna (2009) e al concorso fotografico Premio Giovani Fotografi 2009-2010 indetto da Canon Italia. Ha collaborato con lui l’artista Ludmilla Radchenko, rielaborando due sue opere per l’esposizione presso la galleria Robertaebasta (Milano).
7 settembre 2008 – 11 novembre 2008 stage di tipo “intership” presso la Bruce Silverstein Gallery di New York.
Dal 2006 fotografo
Settembre 2009 partecipa alla mostra collettiva “Notturno Metafisico” presso Click!Gallery di Milano.
2009 partecipa alla IV° edizione di “Premio Arte Laguna” e “Premio Giovani Fotografi” indetto da Canon.
10, 11, 12 e 13 giugno 2010 partecipa all’Asta benefica “Mangia le Prugne” presso Villa Erba, Cernobbio (Co), a favore della fondazione per la ricerca sulla fibrosi cistica Onlus.
Nel 2010 espone all’edizione di “AAM – Arte Accessibile a Milano” e successivamente collabora con l’artista Ludmilla Radchenko con proprie fotografie ritoccate dalla sua arte pittorica pop, esponendo presso lo spazio RobertaEBasta, in via Solferino 2 a Milano durante il “Salone del Mobile”.
2010 partecipa alla vendita di beneficienza presso la galleria Jannone, in corso Garibaldi a Milano, e un’opera scelta è stata venduta all’asta “Art For Life” presso Villa Subaglio a Merate.
Dal 7 al 27 marzo 2011 inaugura la prima personale dal titolo “L’acqua della Chimica” presso l’Acquario Civico e Stazione Idrobiologica del Comune di Milano.
Nel 2011 inizia la ricerca nel campo dei metodi di stampa e dei supporti fotografici.
Per l’esposizione presso l’Acquario Civico di Milano tutte le fotografie sono state impresse con un metodo innovativo di stampa diretta a getto d’inchiostro a raggi U.V. su pannelli di compensato con resina poliepo applicata e per l’esposizione “Chimicamente, Legami di Creatività” alcune opere sono state realizzate con stampa diretta a inkjet a raggi U.V. su pannelli di resina Flexint di tipo fluorescente.
Dal 23 settembre al 10 ottobre 2011 l’esposizione “Chimicamente, Legami di Creatività” viene portata all’Istituto Italiano di Cultura di Dublino ove si tiene conferenza sulle innovative tecniche di stampa, con grande successo e visibilità.
Il progetto “Chimicamente, Legami di Creatività” viene poi esposto nei seguenti luoghi:
28 febbraio – 8 marzo 2012 a Belfast, capitale della Irlanda del Nord, presso la Dundonald Library;
21 marzo – 28 marzo 2012 a Glasgow, presso la Caledonina University;
29 marzo – 6 aprile 2012 a Inverness presso la Great Glen House.
3 aprile – 12 maggio 2012 partecipa al Photofestival presso l’Acquario Civico di Milano e presso Click!Gallery di Milano, con 4 opere.
Tra marzo e giugno 2013 partecipa con successo all’Asta indetta dalla casa d’aste “Meeting-Art”, vendendo due opere.
Settembre 2015 partecipa al concorso Premio Guidi II° edizione presso il Verbano Yacht Club di Stresa, tra i primi nominati speciali.

MARIO WASHINGTON
“Prospettive fotografiche”
inaugurazione martedì 17 gennaio 2017
dalle ore 18.30 alle ore 20.30
in mostra dal 18 gennaio al 17 marzo 2017
orario: lunedì-venerdì ore 9-13 e 14-17.30
ingresso: libero
Family Banker Office – Banca Mediolanum
Via Medici 2, 20123 Milano
Tel. 333.67.32.103

Autore

Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Immagine CAPTCHA
*

Eventi sponsorizzati

Vuoi inserire i tuoi eventi d'arte? Con 50 euro l'anno puoi farlo liberamente! Clicca qui e registrati ora come gestore eventi ArtsLife.

Pubblicità

Pubblicità

Eberhard
Il Ponte