meeting art istituzionale
Pubblicato il: gio 27 Nov 2014
Print Friendly and PDF

American Chronicles: l’arte di Norman Rockwell in mostra a Roma

Mostra-Norman-Rockwell

Norman Rockwell
Triple Self-Portrait (Triplo autoritratto), 1960
Olio su tela, 113 x 88 cm
Cover illustration for The Saturday Evening Post, February 13, 1960 Collection of The Norman Rockwell Museum at Stockbridge, Norman Rockwell Art Collection Trust, NRACT.1973.19
©1960 SEPS: Licensed by Curtis Licensing, Indianapolis, IN, USA. All rights reserved. www.curtislicensing.com Norman Rockwell Museum Collections

Fondazione Roma Museo – Palazzo Sciarra, fino all’8 febbraio 2015

Con Norman Rockwell (New York 1894 – Stockbridge 1978) l’illustrazione travalica i confini della cronaca e diventa, attraverso le sue tavole, interpretazione del suo tempo e della società del ‘sogno americano’.

La sua produzione, che si colloca tra ricerca estetica e comunicazione, attraversa e racconta il XX secolo fino agli anni Settanta. La mostra “American Chronicles” curata da Danilo Eccher (Direttore della GAM di Torino) e Stephanie Plunkett (Chief Curator del Norman Rockwell Museum), consente al visitatore di ricostruire il percorso creativo dell’artista e di cogliere la genesi di alcune opere: dai disegni, bozzetti e foto fino l’opera finita.

Norman-Rockwell

Norman Rockwell
The Runaway (Il fuggiasco), 1958
Olio su tela, 90,5 x 85 cm
Cover for The Saturday Evening Post, September 20, 1958
©1958 SEPS: Licensed by Curtis Licensing, Indianapolis, IN,
USA. All rights reserved. www.curtislicensing.com
Norman Rockwell Museum Collections

Sono esposti oltre cento tra dipinti, documenti e fotografie, e la raccolta completa delle 323 copertine originali del magazine ‘The Saturday Evening Post’ (1916-1963) che lo hanno reso l’illustratore più famoso degli Stati Uniti.

Le opere di Norman Rockwell, che appena adolescente ricevette l’incarico di direttore artistico di Boys’Life (il giornale dei boy scout americani), parlano del suo lavoro: occasione di divertimento in Art Critic (Critico d’arte, 1955) in cui un giovane pittore sbircia nella scollatura di una dama, ritratta in un museo, che lo guarda dal quadro maliziosamente, o ricerca dello spunto creativo in Artist Facing Blank Canvas (Artista di fronte a una tela vuota, 1938).

Norman-Rockwell-Christmas Homecoming

Norman Rockwell
Christmas Homecoming (Ritorno a casa per il Natale), 1948
Cover of The Saturday Evening Post, December 25, 1948
Olio su tela, 90 x 85 cm
Collection of The Norman Rockwell Museum at Stockbridge,
NRM.1978.10
©1948 SEPS: Licensed by Curtis Licensing, Indianapolis, IN,
USA. All rights reserved. www.curtislicensing.com
Norman Rockwell Museum Collections

I bambini di Rockwell sono l’icona dell’America dream, dal monello che fugge in No swimming (Divieto di balneazione, 1921) all’eroico e giovane boyscout che trae in salvo una bambina dopo l’uragano in A Scout is helpful (Uno scout si rende utile, 1939). Era un ammiratore di Walt Disney, a lui donò un quadro, in mostra, con dedica: Girl Reading the Post (Ragazza che legge il Post, 1941), dove il volto della giovane è nascosto da quello di una donna fatale ed elegante di una copertina mentre sotto sbucano i calzini corti dell’adolescente.

La finzione grafica e realismo trovano la loro più riuscita espressione in Triple Self-Portrait (Triplo Autoritratto, 1960) in cui compaiono tre ritratti dell’artista, ma osservando bene sono sette (ci sono quattro schizzi con il suo volto attaccati al cavalletto). La sua illustrazione è divulgativa e obiettiva, tesa a rappresentare il mito americano e i suoi valori, come la giustizia sociale, la famiglia o la libertà.

Norman-Rockwell-No Swimming

Norman Rockwell
No Swimming (Divieto di balneazione), 1921
Olio su tela, 64 x 56,5 cm
Cover illustration for The Saturday Evening Post, June 4,
1921
Collection of The Norman Rockwell Museum at Stockbridge,
Norman Rockwell Art Collection Trust, NRACT.1973.15
©1921 SEPS: Licensed by Curtis Licensing, Indianapolis, IN,
USA. All rights reserved. www.curtislicensing.com
Norman Rockwell Museum Collections

Norman-Rockwell-A Scout Is Helpful

Norman Rockwell
A Scout Is Helpful (Uno scout si rende utile), 1939
Cover of Boys’ Life, February, 1941, and Boy Scouts of
America calendar, 1941.
Olio su tela, 86,36 x 60,96 cm
Collection of The Norman Rockwell Museum at
Stockbridge, NRM.1988.10
©Norman Rockwell Family Agency. All rights reserved.
Norman Rockwell Museum Collections

 

Norman-Rockwell-Girl with String

Norman Rockwell
Girl with String (Bambina con spago), 1955
Olio su tela, 37,1 x 32 cm
Kellogg Company Corn Flakes advertisement, 1955
Collection of The Norman Rockwell Museum at Stockbridge,
Gift of Kellogg Company, NRM.1993.1
©Norman Rockwell Family Agency. All rights reserved.
Norman Rockwell Museum Collections

La conclusione della Mostra “American Chronicles-The art of Norman Rockwell”è affidata a opere di carattere sociale, le più impegnate. Le quattro libertà fondamentali:

Freedom from Want, Freedom from Fear, Freedom of Speech, Freedom of Worship (Libertà dal bisogno, dalla paura, di parola e di culto, 1943), base della nazione post bellica che il presidente Roosevelt rappresentò nel suo discorso al Congresso del 1941, furono pubblicate nel ‘Saturday Evening Post’ e utilizzate per la campagna di acquisto di bond statali per sovvenzionare le spese di guerra.

Norman-Rockwell-Boy in a Dining Car

Norman Rockwell
Boy in a Dining Car (Ragazzo in carrozza ristorante), 1946
Olio su tela, 96,5 x 91,5 cm
Cover illustration for The Saturday Evening Post, December
7, 194 Collection of The Norman Rockwell Museum at Stockbridge,
NRM.1988.2 ©1946 SEPS: Licensed by Curtis Licensing, Indianapolis, IN,
USA. All rights reserved. www.curtislicensing.com
Norman Rockwell Museum Collections

La tragedia dell’apartheid va oltre le microstorie rappresentate da Rockwell minuziosamente (“Le cose ordinarie non sono mai noiose”). The Problem We All Live With (Il problema con cui tutti noi conviviamo, illustrazione per ‘Look’, 1964) racconta il primo giorno di scuola di una bambina afroamericana, scortata dai federali per difendere il suo diritto all’istruzione, a cui tirano pomodori, il cui succo rosso sul muro (violenza) contrasta con il candore del suo abito bianco (innocenza).

Norman-Rockwell -The Problem We All Live With

Norman Rockwell
The Problem We All Live With (Il problema con cui tutti noi
conviviamo), 1964
Olio su tela, 91,4 x 147,3 cm
Story illustration for Look, January 14, 1964
Collection of The Norman Rockwell Museum at Stockbridge,
NRM.1975.1
©Norman Rockwell Family Agency. All rights reserved.
Norman Rockwell Museum Collections

Il fatto di cronaca accaduto a New Orleans, dove gli sceriffi scortavano la bambina per proteggerla dagli attacchi della comunità bianca, assume sulla tela, grazie alla sensibilità civile dell’artista che raffigura la fierezza della bambina, una portata più ampia e diventa denuncia. In Murder in Mississippi (1965), a cui lavorò per oltre 5 mesi, racconta il tragico assassinio di tre attivisti per i diritti civili ad opera del Ku Klux Klan.

Nel 1977 ricevette la più alta onorificenza civile americana: la Presidential Medal of Freedom (medaglia presidenziale della libertà) per i suoi “ritratti vividi e affettuosi del nostro paese”.

Norman-Rockwell-Murder in Mississippi

Norman Rockwell
Murder in Mississippi, April 6-13 (Omicidio in Mississippi, 6-
13 Aprile), 1965
Olio su tela, 135 x 106 cm
Collection of The Norman Rockwell Museum at Stockbridge,
NRM.1978.7
©Norman Rockwell Family Agency. All rights reserved.
Norman Rockwell Museum Collections

____________________________________

In occasione del Giorno del ringraziamento (Thanksgiving day), la festa in cui è tradizione negli Stati Uniti rendere grazie per il raccolto e la prosperità dell’anno, il Museo Fondazione Roma, nell’ambito della mostra organizza un week end in stile americano.

  • Giovedì 27 novembre (Giorno del ringraziamento) arte in mostra e musica dal vivo: jazz, swing e bossanova; all’ora di pranzo, alla caffetteria, il tipico menu americano del Ringraziamento: tacchino ripieno di castagne con salsa di mirtilli e pumpkin pie (torta di zucca). [Prezzo del menu 12 euro]
  • Venerdì 28 novembre (Black Friday), la data che in America segna l’inizio dello shopping natalizio – con sconti e offerte speciali – il museo, aperto con orario di prolungato fino alle 22.00, propone l’ingresso ad un prezzo super scontato.  [Prezzo biglietto 8 euro,compresa audio guida]

Le iniziative speciali per il week end proseguono domenica 30 novembre con le visite guidate per le famiglie (ore 11.00).

____________________________________

INFORMAZIONI UTILI:

AMERICAN CHRONICLES: THE ART OF NORMAN ROCKWELL
11 novembre 2014 – 8 febbraio 2015

Fondazione Roma Museo – Palazzo Sciarra
via Marco Minghetti, 22 (angolo via del Corso) 00187 Roma T. +39 06 697645599
Orari:
lunedì 15.00 – 20.00; dal martedì al venerdì e domenica 10.00 – 20.00
Sabato 10.00 – 21.00. Il servizio di biglietteria termina un’ora prima della chiusura

Aperture straordinarie:
8 dicembre 10.00 – 20.00; 24 dicembre 10.00 -15.00; 25 dicembre 15.00 – 22.00
26 dicembre 10.00 – 20.00; 31 dicembre 10.00 -15.00; 1 gennaio 15.00 – 22.00
6 gennaio 10.00 – 20.00

Biglietto: (audioguida inclusa) Intero € 12,00 Ridotto € 9,50 valido per giovani fino a 26 anni, adulti oltre i 65 anni, forze dell’ordine e militari con tessera di riconoscimento, studenti universitari con libretto, giornalisti con cartellino di riconoscimento, titolari di apposite convenzioni
Ridotto scuole € 5,00 (ad alunno) Ridotto speciale € 5,00
(valido per adulti oltre i 65 anni il primo martedì del mese dalle ore 16.00, per studenti universitari con libretto il primo mercoledì del mese dalle ore 16.00)
Famiglia 2 adulti +1 bambino € 23,00 – 2 adulti +2 bambini € 30,00 – 2 adulti +3 bambini € 37,00 (bambini fino ai 14 anni compiuti)

Informazioni e prenotazioni : Tel. + 39 06 22761260 www.fondazioneromamuseo.it
Catalogo Skira Editore

5 (100%) 12 votes

Autore

- Arte, viaggi lettura/scrittura dipendente. Ha conseguito due lauree all'Università di Roma La Sapienza: Lettere (magistrale cum laude, indirizzo storia dell'arte, tesi in Iconografia e Iconologia) e Lingue e Civiltà Orientali (indirizzo indologico, tesi in Archeologia e Storia dell'arte dell'India e dell'Asia Centrale). Ha ultimato il Corso di Perfezionamento in New Media e Comunicazione presso l'Università degli Studi di Roma di Tor Vergata (storia e tecnica del linguaggio cinematografico e videografico, cibernetico e multimediale; comunicazione e pubblicazione via rete; presentazione e composizione editoriale, teoria e tecnica della comunicazione di massa, organizzazione museale e new media; linguaggi ed evoluzione delle strategie di comunicazione in arte). Ha organizzato mostre ed eventi culturali.


Commenta con Facebook

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi codici HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Eventi sponsorizzati

Andrey Esionov
Miart 2019
Artcurial | 27 marzo
Il Ponte | 22 mar
Cambi Casa d'Aste
Bertolami Fine Arts
WANNENES | ISTITUZ